Talent Players

Una startup per realizzare un sogno

Ho chiesto a Roberto Ragonese Co-Founder di Talent Players di raccontarci la sua startup e di come possa aiutare ogni giovane calciatore a realizzare il suo sogno.

Ciao Roberto, puoi raccontarmi come è nata l’idea
L’idea è nata dall’osservazione e dalla passione. Ho lavorato parecchi anni in Wyscout. Ho avuto la possibilità di essere a contatto sia con TOP club che con TOP agenzie/scout e manca nel mercato qualcosa di professionale che possa consentire un monitoraggio diretto dei giovani calciatori, le segnalazioni sono sempre filtrate da qualcuno di fiducia nel territorio di riferimento. E quando si viene a conoscenza di un ragazzo interessante è sempre abbastanza complicato muoversi per visionarlo, o ancora prima avere a disposizione dei video o delle info per una prima scrematura, o banalmente per farsi un’idea di che giocatore si sta valutando. Tutto parte praticamente da zero, o meglio da un “questo ragazzino è bravo” detto da un amico o comunque un uomo di fiducia. Poi parlandone con Francesco Cimò, abbiamo definito meglio l’idea, ci siamo confrontati e alla fine è nata la piattaforma di Talent Players.
WhatsApp-Image-20160517 (1)
Da chi è composto il team?
Francesco Cimò: Durante la carriera universitaria, ha sviluppato un notevole interesse per la grafica ed il web, e dal ’97 ha intrapreso la carriera di sviluppatore e developer. Alla base di ogni progetto, c’è sempre la creatività, che si tramuta in tratti o righe di codice per creare ciò che i clienti, di volta in volta, hanno chiesto. Il bagaglio di competenze acquisite presso l’università gli ha permesso di unire un metodo alla passione. Responsabile di diversi progetti, ha maturato la capacità di pianificare ogni aspetto di un progetto, in modo da poter ottenere il miglior risultato. Gli piace dire di se “L’unico limite al mio lavoro? l’immaginazione!”
Roberto Ragonese: Laureato all’università di Palermo in Scienze della Comunicazione indirizzo Marketing e Comunicazione di Impresa, subito dopo la laurea lavora per due grandi multinazionali legate alla GDO. Da sempre appassionato di calcio, nel 2008 inizia un rapporto con Wyscout, azienda della provincia di Genova, leader mondiale per lo scouting calcistico. In Wyscout, Roberto, contribuirà allo sviluppo e al successo della stessa società, ricoprendo diversi ruoli di responsabilità in diversi ed importanti progetti a stretto contatto con dirigenti di club calcistici professionisti, agenzie di calciatori, allenatori e staff professionistici.
Francesco Bianco: Francesco Bianco è un software designer esperto in tecnologie open source, lavora da cinque anni come consulente freelance tra i suoi clienti vi sono società dai più svariati settori industriali, dalle compagnie di software per la progettazione di strutture in calcestruzzo, ad agenzie che si occupano di elaborazione dei dati genetici. La sua specialità è l’integrazione di sistemi attraverso il design di interfacce software specializzate. Inoltre mantiene sempre vivo l’interesse per le tecnologie orientate al web distribuendo in maniera gratuita codici sorgenti e software sui portali dedicati.
Vincenzo La Rosa: Diplomato all’Istituto Tecnico Commerciale ad indirizzo Programmatore e fondatore di un’attività di consulenza informatica per le aziende “ctlr”. Da sempre appassionato di informatica ha collaborato a diversi progetti legati a web agency su tutto il territorio nazionale. La sua specializzazione è quella di trovare soluzioni informatiche efficienti ed innovative.
Gianluigi Cardinale: Da sempre appassionato di calcio, ha giocato per anni in campionati minori con discreti risultati. Ha allenato per anni diverse squadre dilettantistiche con particolare dedizione nei confronti di squadre giovanili e di bambini. Da poco tempo gestisce una associazione sportiva che ad oggi conta un centinaio di ragazzi.

Se doveste spiegare cosa fate ad un bambino di 12 anni, come la raccontereste?
Ti diamo una possibilità per realizzare il tuo sogno di diventare un calciatore professionista. Attraverso un vero e proprio sito personale ti rendiamo visibile ai club, agli agenti e agli scout professionistici sparsi per il mondo.

Cosa offrite di differente al mercato rispetto ai vostri competitor?
Principalmente diamo la possibilità di monitorare e raccogliere gli eventi che un ragazzo compie durante il gioco interessanti per l’analisi tecnica da parte di agenti e scout professionistici, questi ultimi presenti nella piattaforma stessa.

Come mai G2 Startups?
Oltre che per la competenza, per il rapporto personale instaurato con Roberta Gilardi, CEO di G2 Startups

Ditemi in massimo 500 caratteri perché un investitore dovrebbe investire su di voi.
Per la passione e la competenza del team; per la qualità dei rapporti e dei contatti che abbiamo nel mondo del calcio; perché è un’idea che si basa sulla possibile realizzazione di un sogno; perché è scalabile per mille altri sport; perché farà guadagnare loro un bel pò di soldi!!!!!!!

Grazie e alla prossima startup di G2 Startups
a presto
G2

[ssba]