Imparare fallendo

Non ci sono idee vincenti o sbagliate, ma processi che escludono quelle sbagliate e calcolano quando staccare la spina

Dal saggista Paul Graham abbiamo appreso che le startup nascono morte, è il lavoro degli startupper a renderle vive fallendo continuamente, lavorare con le startup. In questa ottica sembra impossibile considerare la metodologia delle startup applicabile all’innovazione di una impresa, e invece una vera innovazione non può che passare dal fallimento. Per spiegarlo, facciamo un passo indietro.

Abbiamo già avuto modo di conoscere la metodologia lean impiegata dalle startup e il loro modo di procedere tra successi e inevitabili cantonate.

È verosimile considerare come ogni piccola impresa sappia cogliere idee innovative e vincenti, oppure perseguire strade che poi si rivelano inefficaci (la seconda opzione è statisticamente più probabile della prima).

Startup fisiologicamente portate a fallire: da dove arriva l’opportunità della crescita?

Nelle metodologie lean non ci sono scelte giuste o sbagliate, ma bisogna procedere caso per caso per arrivare ad escludere le opzioni sbagliate. È una sperimentazione continua, nella quale i tentativi calibrati fanno male, ma insegnano.

In questa ottica, nel vocabolario delle startup il fallimento non è un termine dispregiativo, bensì uno strumento di apprendimento veloce, espresso attraverso la sperimentazione.

Come ogni scolaro impara più velocemente commettendo degli errori, anche le aziende non devono rimanere focalizzate sulle proprie aspettative, bensì è bene che trovino l’errore cercando conferme.
Conoscere i metodi dall’esterno e testarli, fallire significa importare metodologie da startup che fanno lavorare come le startup.

In conclusione, è plausibile dire che sbrigliare i processi dai metodi tradizionali e, una volta alleggeriti, procedere sperimentando, costituisce la miglior forma per operare una prima innovazione.

Come si capisce quando è il caso di perseverare? Il valore del ‘quando è finita’, lo staccare la spina, è misurabile in quanto è stato speso per spazi e capitale investito: è finita quando non viene ripagato da un margine.

Quel che ne deriva è solo un’opportunità di crescita. Non chiamiamoli fallimenti.

Recita Forbes in uno dei suoi ‘quote of the day’: Be raw, be you and be ready to risk it all when it comes to pursuing your dreams. Valeria Hinojosa – Founder at WaterThruSkin LLC – ovvero: Siate naturali, siate voi stessi e siate pronti a rischiare tutto quando è il momento di seguire i vostri sogni.

CLICCA E SCOPRI I NOSTRI PROGRAMMI DI INNOVAZIONE

Per informazioni sulle metodologie e appuntamenti per approfondimenti: fabio@g2-startups.com

[ssba]