Calcio e Big Data

Nell’immaginario collettivo non c’è rete migliore di quella di un goal ben piazzato. A volte, però, scarpini e capacità di fare squadra non pertengono esclusivamente alla sfera calcistica.
Nell’era del 3.0, tra la prima passione degli italiani, il calcio, e il buon uso della rete fatta di idee, www e tecnologia, ci sono startup a caccia di talenti. 
In quel ‘campo’ si muovono bene nuovissimi progetti, come la ‘nostra’ TalentPLAYERS, citata sul Corriere Comunicazioni il 30 dicembre scorso da Gaetano Farina a proposito di quelle “attività di ricerca e selezione dei calciatori che hanno ormai acquisito assoluta centralità, anche e soprattutto per i club nostrani che ancora non sono stati inondati da capitali cinesi e arabi. Sono cresciuti gli investimenti nel potenziamento e aggiornamento degli strumenti utili a individuare i talenti da proteggere e quelli da scovare in casa degli altri, con un cartellino ancora accessibile economicamente, e che potrebbero essere rivenduti generando plusvalenze rilevanti”. […] 

Con la massima rappresentativa nazionale che attualmente non abbonda di talenti eccelsi, è sempre più marcata l’esigenza di sfruttare a pieno anche nello scouting le nuove opportunità emerse grazie alle tecnologie informatiche, digitali e connettive.

Tra di esse, Farina cita una serie di strumenti che, grazie alle risorse gratuite fornite dal web, dalle tecnologie connettive e dallo streaming, rende il business dello scouting  un’attività alla portata di tutti.

“Ancor prima di agenzie come Wyscout, si sono sviluppate piattaforme in cui ogni calciatore, di qualsiasi età e categoria, può inserire un video dimostrativo delle proprie capacità tecniche e fruibile, quasi sempre gratuitamente, dai ricercatori di talenti: un servizio forse un po’ limitato, considerato che sono gli stessi atleti a montare i video con le loro migliori performance e che per valutare adeguatamente un calciatore occorre osservarne, senza condizionamenti, tutti i movimenti in tutte le fasi di gioco nell’arco di una partita intera.

L’antesignano Kicko.it non è più attivo, sostituito da piattaforme come Tirolibre, TalentPlayers,

Play Video Football di Paolo Cannavaro e Giuseppe Vives, la spagnola MyBestPlay (veri e propri marketplace per l’incontro fra domanda e offerta di calciatori) o Goalscout.com, ennesima avventura imprenditoriale dell’ex vj di Mtv Andrea Pezzi”.

TALENTPLAYERS È UNA STARTUP SICILIANA PARTECIPATA DA G2- STARTUPS (G2-STARTUPS.COM),ACCELERATORE DI IMPRESA E SOCIA DI STARTUP ITALIA.

Fondata da Roberto Ragonese (CEO) e Francesco Cimò (CTO), TalentPLAYERS è una piattaforma online che mira alla valorizzazione dei migliori talenti giovanili in ambito calcistico mondiale, collegandoli, in maniera diretta, al mondo dei professionisti che operano nello scouting in maniera indipendente o legati ad un’agenzia o un club.

PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO:  Corrierecomunicazioni.it

[ssba]